Favola della Buonanotte: Fettuccino gattino scopritore – Epilogo

Avevamo lasciato il nostro amico micio Fettuccino un po’ in difficoltà… Il suo nuovo amico Gastone non era proprio un gatto per bene, la città iniziava a non essere più tanto interessante ed aveva una gran voglia di tornare a casa…

L’ultima avventura in città

Stanco ed affamato, lasciò Gastone a fare baldoria con altri gatti randagi e si allontanò, in cerca di un angoletto tranquillo dove riposare un po’.

Ecco ad un tratto ringhiare nel buio… Il micio terrorizzato non sapeva cosa fare, chiuse gli occhi, temendo un attacco da parte di un grosso cagnaccio, ma

Scusa, non volevo spaventarti micio… Ciao io sono Blacky

Ed ecco davanti a lui un enorme Terranova. Era bellissima, imponente, ma con due occhioni teneri e profondi.

Quindi non vuoi farmi del male?

disse Fettuccino ancora un po’ titubante

No, assolutamente no, anzi mi sembri un po’ stanco ed un po’ affamato, a giudicare dai rumori che fa il tuo pancino, vieni con me

Fettuccino non era ancora troppo convinto, ma decise di fidarsi.

La cagnolona bussò con la zampa ad una porticina in fondo alla strada e subito venne aperta ed accolta da abbracci e baci di un ragazzo alto e robusto, ma dal viso molto simpatico.

Ehi Blacky, bella, hai fame? Ti ho preparato la cena, ma vedo che hai portato un amico…

piegandosi prese in braccio Fettuccino e gli disse

Mi sa che hai bisogno di una rupulita e non solo…

Gli fece un bel bagnetto, gli preparò la cena e lo fece accomodare sul divano accanto a Blacky per guardare la tv.

Mai come in quel momento Fettuccino sentiva la mancanza della sua famiglia, padroncina compresa.

Cos’è quell’espressione triste??

gli fece Blacky un po’ preoccupata

Voglio tornare a casa…

Fettuccino torna a casa

Dai raccontami tutto e vediamo se posso aiutarti.

Disse Blacky affettuosa

Passarono la notte a chiacchierare.

Il micio gli raccontò di come si era allontanato, di Gastone e di quello che gli era accaduto.

Blacky si fece descrivere tutto nei minimi particolari ed ad un cero punto esclamò:

Credo di aver capito dov’è casa tua, Io ed il mio padrone andiamo da quelle parti tutte le Domeniche e domani…

è Domenica mio caro Fettuccino… Basta aspettare che sia mattina… adesso dormi un po’ e vedrai, domani sarai a casa.

Infatti la mattina seguente, il ragazzo era pronto per la consueta passeggiata fuori città.

Sistemò in macchina Blacky e Fettuccino e partirono.

Più si allontanavano, più il gattino riconosceva luoghi familiari e la sua gioia aumentava.

Ecco, scorgeva la sua casa.

Si fermarono proprio lì ed appena il ragazzo aprì la portiera Fettuccino corse verso il suo giardino, seguito da Blacky.

Lì trovò la sua padroncina, la sua mamma ed i suoi fratelli tristi, tristi, l’avevano cercato tanto…  appena lo videro fu subito festa!!

Il micio presentò la sua amica Blacky ed iniziarono a giocare, mentre i due ragazzi li guardavano divertiti.

Da lì in poi quello diventò l’appuntamento fisso della Domenica.

Please follow and like us:

Leave a Reply

Enjoy this blog? Please spread the word :)