Il viaggio di Marta, il lupo e la coccinella – Pagina 3

Cammina, cammina Marta e la coccinella arrivarono al secondo dei luoghi magici:
Audiolandia

Qui mia cara devi tenere gli occhi chiusi e le orecchie ben aperte

disse la coccinella entusiasta.

Per quale ragione?

disse Marta preoccupata ed incuriosita. Ma chiudere gli occhi le venne naturale, rapita da musiche armoniose e suoni melodiosi, voci sublimi e canzoni meravigliose.

La curiosità però era troppa, così decise di riaprire i suoi occhietti e…

Davanti alla bambina c’era uno spettacolo terribile: creature spaventose e mostriciattoli che saltavano di qua e di là, tanto che Marta decise di coprirsi di nuovo gli occhi con le sue manine ed inizio a correre più veloce che poteva.

La coccinella allora iniziò a battere le alette all’impazzata per starle dietro.

Marta, ti avevo detto di non aprire gli occhi

La incalzò

Ma come potevo? Io volevo sapere… Era tutto finto!

Sei una bambina davvero incontentabile, sempre a lamentarti! Adesso zitta e procediamo. Sono certa che il prossimo mondo magico ti piacerà…

La bambina iniziava ad essere stanca e voleva tornare casa, ma non voleva far arrabbiare ancor di più la sua guida, così la seguì in silenzio.

Profumosia

Eccoci! Benvenuta a Profumosia.

Tutto lì aveva un buonissimo odore. Si percepivano l’odore del mare, di vari tipi di fiori, di frutti, dell’erba di montagna. Ma nonostante Marta fosse estasiata da tutti quei profumi sublimi, si rese conto che c’era qualcosa di strano anche qui.

Infatti quei meravigliosi profumi provenivano da oggetti strani e senza forma, allora Marta sconsolata esclamò:

Ma non è la stessa cosa così, non ha senso! Dove sono i fiori? I frutti…

Non fece in tempo a finire che la coccinella irritata la interruppe bruscamente

Adesso basta! Sono proprio stufa, meglio affrettarci.

Ed iniziò a volare velocemente, tanto che Marta non riusciva a starle dietro.

Poi rallentò e cercò di rassicurare la bimba che ormai era sfinita.

Golosilandia

Dai su, tra poco saremo a Golosilandia.

Davanti a Marta una distesa di dolci. Cioccolate di ogni tipo, caramelle di ogni genere, pizze di tutti i gusti. La piccolina non credeva ai suoi occhi e si fiondò su un piattone di patatine fritte, poi passò ad un cornetto alla crema gigante, poi ai cioccolatini e poi… inizio ad avere molto male alla pancia…

Allora la coccinella la ammonì

Mia cara, qui non si può mangiare più di un cibo al giorno, altrimenti si rischia di stare davvero molto male…

Please follow and like us:

2 Comments

  1. Micòl

    16/08/2017 at 15:12

    Sono una vostra accanita fan adoro questo blog

    1. martaemanu

      23/08/2017 at 13:30

      Grazie Micol! Siamo felicissime di ciò <3 Continua a seguirci, un grande, grandissimo bacio da Marta e Manu <3

Leave a Reply

Enjoy this blog? Please spread the word :)