Genzano: Infiorata 2017 – seconda puntata

L’infiorata di Genzano è ormai per noi un appuntamento fisso
L’infiorata 2017 tra novità e tradizione

L’appuntamento quest’anno era dal 17 al 19 Giugno. Noi abbiamo deciso di trascorrere lì l’intera Domenica 18 e non ce ne siamo pentite!

Quest’anno la vecchia via Livia, oggi Italo Belardi, ha ospitato 2000 metri quadrati di petali e non solo…  oltre i garofani, le composizioni erano formate da: ginestre, finocchiella, corteccia di pino, riso, salvia, peperoncino, soia, caffè nero, crusca e tanto altro ancora per un risultato dai mille colori,

il tema, attualissimo, era la pace ed il dialogo tra culture e religioni.

l’artista ospite del 2017: Pablo Echaurren.

Tappeti di fiori 2017

Anche quest’anno i tappeti di fiori proposti erano fantastici, belli da togliere il fiato. 14 opere d’arte:

la preghiera di pace per introdurre, ispirato allo stile argentino in onore di Papa Francesco;

 

la Madonna di Fatima come icona di una luminosa vetrata;

l’omaggio alle donne nella speranza che ci sia sempre maggiore parità tra i generi;

la primavera come stagione della rinascita e della speranza, piena di colori e sfumature;

tappeto tradizionale tra geometria e motivi floreali, con ispirazione alle maioliche;

una dedica particolare a Giotto per i 680 anni dalla morte con la strage degli Innocenti;

Futura per ricordare il dramma dei profughi;

San Sebastiano, adorato da ortodossi e cristiani, simbolo dell’incontro tra religioni;

Punto-linea-superficie ispirato ad un libro di Kandinsky che guarda al futuro, senza dimenticare il passato;

Echaurren ha proposto Flora pro nobis dove è raffigurata l’eterna lotta tra bene e male, dal cielo, all’uomo, fino alla morte;

non poteva non avere un tappeto la colomba della pace che sorvola i simboli delle diverse religioni;

non bisogna mai dimenticare la sofferenza provata e ingiustizie subite, da combattere con amore e misericordia, sentimenti comuni a tutte le culture e religioni. La migliore dimostrazione è la Pietà di Michelangelo;

Maxima Fides: tanti simboli laici e religiosi per l’unità e la fratellanza;

per finire un grandissimo tappeto “la spiritualità R-accoglie tutti” un gioco di parole che raffigura l’essenza simbolica di ogni credo.

 

Non poteva mancare la visita al Museo dell’infiorata ed al Municipio con la sua splendida vista dall’alto e quest’anno anche la stanza del sindaco a disposizione dei curiosi… come noi…

una sosta ristoratrice alle grotte dei fiori è sempre un’esperienza interessante…

Genzano era tutta in festa e le cose da fare e da vedere erano davvero tantissime: la mostra delle auto e moto d’epoca, lo stand della polizia scientifica, la banda ed il suo concerto, bravissimi nel riproporre classici da Verdi a Mozart. Eravamo estasiate.

 

 

Please follow and like us:

1 Comment

  1. Crop top il ritorno, dagli anni '80 al 2017 ⋆ L'oasi di Marta & Manu

    28/06/2017 at 17:11

    […] Per l’infiorata di Genzano sembrava proprio il capo adatto! […]

Leave a Reply

Enjoy this blog? Please spread the word :)