Fiori e tessuti: una storia lunga secoli

Per un’oasi di fiori e tessuti.

Oggi vogliamo presentarvi una creazione che trae ispirazione da un protagonista indiscusso della moda per secoli e secoli: il  tessuto a fiori. Ha ispirato questo vestito di Manu, creato da Marta. Un abito in rasatello, svasato con elastico in vita, rifinito con sbieghino di raso nero. Il tessuto floreale ravviva il nero di sfondo con colori vivaci, rendendolo meno serioso, ma non meno elegante.

E proprio a proposito di questa trama vogliamo spendere due parole.I motivi vegetali e floreali iniziano ad apparire sui tessuti tra la fine del Cinquecento e l’inizio del secolo successivo. Una novità che interessa soprattutto damascati e lampasso. Dal 1630 si passa all’inserimento di precise specie di fiori: peonie, tulipani e tante altre. Prediligendo questa volta i tessuti lisci tipo il raso e il taffetas. La parola d’ordine diventa colore.

Dopo la Rivoluzione Industriale, in Francia, prende piede il disegno “a pizzo” o “a merletto”. Elementi a decoro utilizzati per fare da cornice a disegni di foglie.

Da metà Settecento si passa ad un marcato naturalismo. La tecnica più usata era il Berclè. Attribuita a Jean Revel, pittore di Lione, che abbinava a fiori e frutti: piccoli animali, architetture classiche, pagode, fontanelle per un risultato decisamente Rococò! Un must del XVIII secolo.

Facendo un salto ai giorni nostri, per la precisione anni Cinquanta, una nota particolare è per Christian Dior. Suo il merito di aver reso i fiori protagonisti. Innanzitutto è lui il creatore dell’abito a corolla: vita stretta e gonna larga. Sempre lui, seguito da Givenchy, Capucci ed altri grandi stilisti optano per stampe floreali su tessuti leggeri ed impalpabili, come l’organza. Impossibile non citare inoltre Coco Chanel che ha fatto di un fiore, la camelia, il suo simbolo.

Come non si possono menzionare gli anni Settanta quando si parla di fiori? Ma soprattutto come non parlare di Ken Scott. Il giardiniere della moda che inserisce girasoli,papaveri e peonie ovunque, specialmente quando si tratta di camicie.

 

Please follow and like us:

2 Comments

  1. Laura

    28/06/2017 at 13:01

    Che bel vestito tesoro <3

    1. martaemanu

      28/06/2017 at 17:14

      Grazie tesoro <3 opera di Marta!!!!kiss

Leave a Reply

Enjoy this blog? Please spread the word :)